LONDON SCHOOL OF HANDBALANCE

Pubblicato il Pubblicato in Allenamento, Esperienze, Verticalismo, handbalance

In questo articolo voglio raccontarvi la mia esperienza alla London School of Handbalance, una scuola di circo ed handbalance situata a Londra.

Da mesi prima prenotai il volo per la capitale britannica, ma solo pochi giorni prima mi accorsi che il volo di andata era alle 4 di notte… Passai quindi la notte prima dormendo sì e no un’ora, assieme al mio amico Alessandro Berti (upsidedownbert). Siamo partiti quindi come stabilito la mattina di Domenica 2 Dicembre. Una volta atterrati alla velocità della luce ci siamo fiondati in appartamento per recuperare le ore di sonno perse, in vista dell’imminente settimana fitta di allenamenti. Assieme a noi, nell’alloggio, avevamo il piacere di stare con Ulrik Ask Fossum (Ulrikonhands).
Abbiamo passato la Domenica tra chiacchiere e risate, ed una piccola esplorazione del circondario prima di ricongedarci tra le coperte.

Lunedì mattina è iniziata ufficialmente la mia avventura, esplorando tutto quello che il maestro aveva da insegnarmi. Vi dico la verità: non è stato subito facile. Sono abituato ad essere da solo quando mi alleno e soprattutto senza nessuno che mi corregge ad ogni momento. La nuova e totalmente opposta atmosfera mi ha scombussolato un po’ le cose; inoltre, il maestro mi ha corretto su molte tecniche che utilizzavo… Al punto che, tra me e me, ho pensato: guarda che disastro che sono!
In quel preciso istante del primo giorno, quando la delusione per il non essere come immaginavo mi stava per assalire, riuscii a combattere contro il mio super-io e mi posi l’obbiettivo di rimanere sempre e comunque nel cosiddetto BEGINNER MINDSET: la mentalità del principiante. Non importa cosa pensavo o cosa immaginavo. Non importa quanto grosso fosse il mio EGO e quanto io potessi accettare le correzioni che mi venivano date. Io sono un principiante, imparo, anche da capo se necessario. Assorbo quello che posso. Solo così posso andare avanti a migliorare me stesso.

 

 

Su questo trend, che mi diede un boost non indifferente, passai quelli che sono stati 5 giorni intensissimi di allenamento, tecniche, divertimento e davvero tante emozioni positive.
Il menù prevedeva:

8.00 Sveglia e colazione
10.00 Inizio prima sessione di allenamento
14.00 Fine prima sessione e pranzo
17.30 Inizio seconda sessione
19.30/20.00 Fine seconda sessione e cena

Nelle pause avevamo il tempo di cucinare qualcosa, dormire, pensare ancora un po’ alla verticale e tornare ad allenarci più carichi di prima. Per fortuna non ho accusato a livello fisico eccessivo stress sulle articolazioni come i polsi e le spalle, salvo qualche crampo ai trapezi che mi colpiva nei momenti più indesiderati! Ma niente di serio.

La location ufficiale della London School è dentro una chiesa: qualcosa di meraviglioso e magico per praticare questa arte profondissima. Allenarsi in un contesto del genere può fare la differenza, con tantissime persone che come te seguono gli stessi sogni, ognuno con le proprie personalità e punti di forza, disposto a dividere un pezzo del loro viaggio con te. Perché alla fine è di questo che si tratta: un lungo viaggio dentro e fuori sé stessi.

Ho avuto anche il tempo di fare qualche video qua e là, magari qualcosa riesce ad arrivare. Buona visione e grazie per avermi dedicato questi minuti per scoprire cosa ho combinato a Londra.

 

Detto questo, non mi resta che salutarvi, al prossimo articolo!

Elia

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.